Migliore Pizzeria a Catania





Il portale del più alto vulcano d'Europa



Vai alla Home Page Home Page
Inserisci lo scudetto di Etna Vulcano sulla tua home page Aggiungi scudetto
Vai alla pagina dei collegamenti vulcanologici Links&vulcani

Inserisci la tua struttura turistica in questo portale Inserisci struttura
Contattaci Contatto


Turismo Etna Turismo sull'Etna

Video Etna Video Etna

Meteo Etna Meteo Etna

Il vulcano Etna Il Vulcano

La geologia dell'Etna La geologia

La flora dell'Etna La flora

Le fauna dell'Etna Le fauna

Le eruzioni dell'Etna Le eruzioni

Fotografie Etna Fotografie

Etna dallo spazio L'Etna dallo spazio






Il vulcano

Etna L'Etna è il vulcano più alto d'Europa, si trova nella Sicilia nord orientale ed è attivo da tempo immemorabile. Con la sua enorme mole si affaccia sul mare Jonio ad est, a nord è delimitato dal fiume Alcantara, il quale scavando il suo letto su terreno lavico ha dato origine a stupende strette gole, le cosidette "Gole dell'Alcantara". Ad ovest e sud ovest l'Etna è invece delimitato dal fiume Simeto. L'Etna è attualmente alto circa 3330 metri, si estende su un perimetro di circa 210 Km e su una superfice di 1600 chilometri quadrati. Durante i periodi di intensa attività eruttiva, la lava può fuoriuscire da centinaia di crateri avventizi che si trovano sui fianchi del vulcano, questi crateri sono raccolti in oltre 260 sistemi eruttivi. In tempi storici la più grande eruzione fu quella che avvenne nel 1669. La colata lavica, distrusse molti paesi e terreni agricoli, seppellendo in parte la stessa città di Catania e raggiungendo il mare. Fra le eruzioni del novecento ricordiamo quella del 1908, che portò alla formazione di diversi nuovi crateri e quella avvenuta nel 1928 nel corso della quale la lava distrusse, coprendolo, il paese di Mascali. Nel 1971 grossi pericoli corsero i paesi di Milo e Sant'Alfio, da due distinte bocche eruttive sul versante sud e sul versante est fuoriuscirono due colate principali, che causarono gravi danni alle strade e alle colture, minacciando da vicino i due paesi. Nel 1981 fu Randazzo ad essere minacciata; nel 1983, per la prima volta. la lava venne deviata in un canale artificiale, utilizzando cariche esplosive. Nel 1992 fu Zafferana a correre grandi pericoli. Le utime eruzioni sono storia recente.






Inserisci la tua struttura turistica.